Arricciato di Parigi

Originario della Francia, come dice lo stesso nome, è tra le razze arricciate il più antico ed il più diffuso. 

Il più importante fra i canarini arricciati e’ sicuramente il “Parigino” (Frise’ Parisien) il cui allevamento ha inizio in Francia già nella se-conda metà del secolo scorso attraverso incroci dei primi arricciati provenienti da Belgio e Olanda con canarini di grossa taglia, quali per esempio il Lancashire che ne ha certamente determinato la mole. 

Dopo una lunghissima selezione si arriva al 1910, anno in cui il vecchio nome di Arricciato Olandese di Parigi, viene cambiato con il nome attuale ma bisogna attendere fino al 1920 per la formulazione dello standard definitivo. 

Si può asserire che durante tanti anni spesi nel tentativo di creare questa razza, i connotati dell’Arricciato di Parigi sono mutati a tal punto da sembrare quasi impossibile che la sola selezione lo abbia reso tanto diverso dalla Specie selvaggia, ma il fatto di essere la razza più sofisticata ha comportato anche alcuni squilibri quali l’eccessiva produzione di cheratina fa si che in taluni soggetti le unghie si allunghino sino ad attorcigliarsi, costituendo un difetto anatomico e funzionale. 

Di alto valore economico, l’Arricciato di Parigi e’ caratterizzato da un esagerato accrescimento delle penne e delle piume che determina una grande mole e lunghezza. Il piumaggio, che deve essere soffice ma in grado di sostenere le piume, assume una conformazione differente in ogni regione del corpo, determinando cosi’ una tipica arricciatura. 

La testa e’ ricoperta da piume molto lunghe che possono ricadere da un solo lato, su entrambi i lati e in alcuni esemplari ricadono tutte in avanti. 
Piume esageratamente lunghe sono invece quelle della coda che deve sembrare pesante ma al contempo rimanere in linea col corpo, valorizzando il portamento e l’eleganza dell’Arricciato di Parigi il cui standard prevede che il portamento sia di tipo eretto. 

L’Arricciato di Parigi e’ tra i canarini più difficili da allevare essendo questa la razza meno rustica che esista i problemi che più frequentemente si verificano sono legati alla cecità, allo scarso numero di uova deposte e all’alta mortalità. 

È’ una razza caratterizzata da un lato dalla grande taglia (19 cm) e dall’altro dalla tipica arricciatura del piumaggio in tutto il corpo, compresa la testa. Il Parigino deve essere lungo e proporzionato, al fine di preservare l’armoniosità di tutta la figura. 

Occorre insistere sul fatto che il Parigino, oltre che lungo, deve essere “proporzionato” e “armonico” nelle tre parti che l’osservatore un po’ esperto è portato ad esaminare una dopo l’altra e subito a confrontare fra loro per farsi una prima idea del valore del soggetto. Queste parti sono la TESTA, il TRONCO e la CODA, che devono essere in armonica proporzione tra loro. Comunque il Parigino è sicuramente tra i canarini più ammirati alle mostre e del quale più è stato scritto e discusso

Gabbia da esposizione
Gabbia da esposizione
Scheda giudizio
Arricciato di Parigi Punti
Taglia (forma) 10
Portamento 5
Piumaggio 10
Mantello – Spalline 10
Fianchi 15
Jabot 15
Testa e collo 15
Ali 5
Arti inferiori 5
Coda 5
Condizioni generali 5
Totale Punti 100

10