Arricciato Gigante Italiano

Gli allevatori italiani hanno sempre avuto una predilezione per i Canarini Arricciati, tanto che hanno “creato” il Gibber Italicus, il Padovano e il Fiorino. 

Sono riusciti ad aumentare sensibilmente anche la taglia del Parigino, fino a creare dei nuovi connotati non contemplati nello standard dell’ Arricciato di Parigi. Stiamo parlando di una voluminosa arricciatura della testa ottenuta oltre che con la selezione anche con incroci con altre Razze. E’ nata anche la pettorina e le spalline a “rosa”. Insomma, era nata una nuova Razza alla quale fu dato il nome di ARRICCIATO GIGANTE ITALIANO abbreviato appunto con A.G.I. 

Il congresso OMJ del 14 Gennaio 2001, tenutosi a Santa Maria di Feira (Portogallo) ha riconosciuto definitivamente come Razza , il canarino di posizione “Arricciato Gigante Italiano” L’A.G.I. deve avere una lunghezza minima cm. 21, forma proporzionata con la lunghezza del soggetto. II Portamento: altero e maestoso, con coda allineata al tronco o leggermente cadente, angolatura sull’asse orizzontale di 60°. 

Il Piumaggio morbido e fine, molto voluminoso, composto. Tutti i colori sono ammessi. Le spalline con piume larghe, lunghe, molto estese conferenti un’arricciatura armonica e molto vaporosa. LE SPALLINE A ROSA formano una corolla con piume ricadenti in avanti e sui lati, dipartendosi da una zona centrale del dorso. Il mazzetto della groppa e quello dei fianchi completano il mantello e debbono essere vaporosi. 
I fianchi ben sviluppati, ricurvi verso l’alto senza cedimenti. accostandosi vaporosamente alle ali e simmetrici. 

Nella pettorina, le piume, dai lati, convergono verso l’alto in avanti formando un “ventaglio” e richiudendosi nella zona prossimale al collare, senza dar luogo a cavità. Nell’addome le piume tendono verso l’alto per raccordarsi con la pettorina, senza determinare vuoti. L’addome si presenta con una superficie molto mossa. 

La Testa a cappuccio, totale o parziale, trae origine dal bavero rialzato che è un connotato molto importante e caratterizzante dell’A.G.I. 
La testa deve essere rotondeggiante e molto voluminosa. 
Il Bavero Rialzato nella sua parte anteriore si fonde armoniosamente con le piume del collo conformato a GRONDAIA. La testa deve avere un becco conico a base larga, collo con piume direzionate verso l’alto che nella parte posteriore, nella regione interessante la nuca, formano il BAVERO RIALZATO. 

Le Ali devono essere regolari e potenti, non cadenti e ben embricate. E’ ammessa una leggera sovrapposizione delle punte. Le zampe grosse e robuste, garanti di una buona presa sul posatoio. Unghie attorcigliate o tendenti ad attorcigliarsi. La coda omogenea, robusta, con estremità “quadrata”, timoniere molto lunghe e diritte. 
Sopraccoda con numerose piume di gallo lunghe e falciformi e sottocoda ben raccolta e consistente.

Gabbia da esposizione
Gabbia da esposizione
Scheda giudizio
Arricciato Gigante Italiano Punti
Taglia (forma) 10
Portamento 5
Piumaggio 10
Mantello – Spalline 10
Fianchi 15
Jabot 10
Testa e collo 15
Ali 5
Arti inferiori 5
Coda 10
Condizioni generali 5
Totale Punti 100