Bossù Belga

Il Bossù Belga, pure essendo come é facile intendere dalla denominazione proveniente originariamente dal Belgio, fa parte a buon diritto del gruppo degli ex Inglesi, denominato “canarini di forma e posizione lisci”. 

Si ritiene che i primi esemplari di Bossù (in Francese “gobbo”) siano apparsi durante il XVIII secolo ma i primi esemplari, sia pure con caratteristiche non ancora ben fissate, dovrebbero essere apparsi nel secolo XVII quando l’allevamento di questi canarini, dapprima praticato solo nelle Fiandre, si estese a Bruxelles e ad altre località del Belgio. 

Il Bossù non ebbe mai gran diffusione ma verso la metà del secolo scorso il suo allevamento prese una certa consistenza in seguito alle molte richieste di soggetti provenienti dall’Inghilterra per migliorare o modificare alcune razze inglesi, ma anche queste richieste non contribuirono all’affermazione di questo canarino che si estinse nei primi anni di questo secolo. 
In seguito alcuni allevatori Belgi e in particolare il Sig. Davans riuscì con infinita pazienza e dedizione a ricreare e fissare le caratteristiche dei primi esemplari di questa razza che oggi gode di una discreta diffusione anche nel nostro paese. 

Il Bossù e un canarino appartenente alle razze pesanti, taglia sui 18 centimetri e posizione caratteristica: dorso eretto e gambe rigide, testa piccola collo lungo e sottile proteso verso il basso, dorso piatto e spalle dalla caratteristica sagoma cuneiforme, le zampe lunghe e nervose con movimenti di “lavoro” che in qualche caso richiamano lo York. 

Non è razza di facile allevamento e anche la selezione richiede una certa esperienza e conoscenza della razza, nella riproduzione del Bossù bisogna assolutamente scartare i soggetti che presentano testa grossa, collo e gambe corti, piumaggio arruffato e grossolano, spalle lontane dalla conformazione standard. Attualmente esistono due scuole di pensiero sul Bossù; una Belga che privilegia soggetti con un buon piumaggio ma di dimensioni inferiori allo standard che prescrive 18 cm e le altre misure in proporzione. Di contro la scuola Italiana che presenta Bossù con piumaggio leggermente scomposto ma con tutte le altre caratteristiche richieste dallo standard. 

Pare che la strada Italiana al Bossù sia quella giusta (lo testimoniano le numerosissime affermazioni, anche all’estero, degli allevatori italiani) e tra qualche tempo anche il piumaggio di questi Bossù prodotti in Italia verrà riportato nei giusti limiti.

Gabbia
Gabbia di esposizione
Scheda giudizio
Bossù Belga Punti
Posizione 40
Forma del corpo 25
Testa e collo 12
Piumaggio 8
Taglia  5
Coda 5
Zampe 5
Totale Punti 100
Iscriviti alla nostra Newsletter

Manteniamo i tuoi dati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Leggi la nostra Privacy Policy.